Gite in programma



DRESDA E LA SASSONIA: L' INCANTO DEL NATALE
5-9 DICEMBRE 2018

Dresda è l’antica capitale della Sassonia, ricca di opere d’arte e di musei, mirabilmente restaurati dopo la riunificazione della Germania. Oggi è una delle più belle città tedesche che ospita nel periodo natalizio uno dei mercati più suggestivi ed interessanti della Germania.
Tutta la Sassonia meridionale è un concentrato di meraviglie naturalistiche e di tesori architettonici, come Görlitz il cui centro storico non fu distrutto durante l’ultimo conflitto mondiale, Lipsia, culla della musica e capitale del libro, Meissen, la città della porcellana. Qui nel 17010 fu creata la prima fabbrica europea di porcellana dura.

PROGRAMMA


Mercoledì 5 dicembre
Ore 5,00: partenza da Cuneo in Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazione. Altro punto di carico: Madonna dell’Olmo dal distributore dell’Agip (segnalare in agenzia questa scelta) per Torino-Caselle.
Ore 8,15 partenza del volo Lufthansa per Monaco di Baviera con arrivo alle 10,00. Proseguimento alle 11,20 per Dresda con arrivo alle 12,15.
Trasferimento all’hotel Holiday Inn Dresden, in pieno centro. Pranzo libero.
Ore 14,30: visita con audio guide del Residenz, il palazzo dei sovrani Witte, da poco riaperto al pubblico, che custodisce, oltre a migliaia di opere d’arte,  il tesoro di Federico Augusto I,  la più ricca collezione di avori e gioielli d’Europa ed una delle più importanti al mondo. L’ingresso alla “Volta Verde”, l’antica sede del tesoro, è contingentato e costa 24 € (nel prezzo è compresa la visita delle altre ricchissime sezioni del museo). Chi è interessato alla visita del Residenz deve prenotarla e pagarla all’atto dell’iscrizione.
Tempo libero per i mercatini di Natale. Cena e pernottamento in hotel.

Giovedì 6 dicembre
Ore 8,15: partenza per Meissen e alle ore 9,00 visita del museo della porcellana e dei laboratori di lavorazione.
Ore 11,00: tempo libero per la visita della città, dal bellissimo centro storico arricchito dai mercatini natalizi, e per il pranzo.
Ore 13,00: partenza per Lipsia e tempo libero per visitare la città, mirabilmente restaurata negli ultimi anni, con il mercatino di Natale che accoglie oltre 300 espositori. E’ un altro dei famosi mercati natalizi tedeschi.
Ore 18,00: rientro a Dresda. Cena e pernottamento



Venerdì 7 dicembre
Ore 8,00: partenza per Freiberg che, oltre ad un grazioso centro storico, conserva un importante Duomo, ricchissimo di tesori ed opere d’arte. Proseguimento per il castello di Augustusburg, nel complesso dei Monti Metalliferi, residenza di caccia dei sovrani sassoni, che conserva un museo dedicato alla fauna locale ed uno che presenta la storia delle motociclette a due tempi.  Pranzo libero.
Ore 16,00: Dresda, visita guidata della Galleria degli Antichi Maestri, una delle più importanti pinacoteche della Germania, ricchissima di capolavori, tra cui la Madonna Sistina di Raffaello. Cena e pernottamento.

Sabato 8 dicembre
Ore 8,00: partenza per Bautzen, abitata da sorabi, una minoranza slava, il cui centro storico è racchiuso in mura medievali.
Proseguimento per Görlitz ai confini con la Polonia e visita guidata della città dalle pittoresche strade e piazze. Pranzo libero.
Pomeriggio: visita del Monastero cistercense di Santa Maria di Ostritz, fondato nel 1234. E’ il primo monastero cistercense femminile della Germania, ancora attivo. Rientro a Dresda. Cena e pernottamento.

Domenica 9 dicembre
Ore 8,30: visita guidata della città di Dresda, con il teatro dell’opera, lo Zwinger, la cattedrale, la Frauenkirke, il cui interno ricorda un teatro, ed altre meraviglie. Pranzo libero e tempo a disposizione, per chi lo desidera, per la visita del museo delle porcellane, omaggio alle splendide produzioni di Meissen, con una raccolta di pezzi giapponesi e cinesi, vera passione di Federico Augusto I, che non ha eguali nel resto d’Europa.
Ore 15,00: partenza per l’aeroporto e alle 16,55 volo per Monaco di Baviera con arrivo alle 17,50. Proseguimento alle 21,35 per Torino con arrivo alle 22,50. Rientro a Cuneo previsto attorno all’1 del mattino.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: €  770,00
Supplemento camera singola:  € 195,00
La quota comprende: i trasporti, la sistemazione alberghiera con trattamento di mezza pensione, bevande escluse, le guide, l’assicurazione medico-bagaglio.
Non sono compresi: gli ingressi (prevedere circa 30 €), le mance, gli extra personali e le tasse aeroportuali (indicativamente  € 120,00).
Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire dal pomeriggio di venerdì 20 luglio, versando un acconto di € 300,00 . Il saldo andrà effettuato entro il 10 novembre.
E’ possibile stipulare l’assicurazione per l’annullamento del viaggio al prezzo di € 57,00.


ORISSA E LE TRIBU'PRIMITIVE DELL'INDIA ORIENTALE
22 GENNAIO - 3 FEBBRAIO 2019


L’Orissa è un mondo di montagne verdi e lussureggianti, con terrazzamenti per poter coltivare, fiumi, cascate, grotte, dove vivono oltre 60 tribù, ognuna con una ricca eredità culturale. Gli Adivasi (gli abitanti originari), con i loro costumi tradizionali, scendono dalle colline nei mercati settimanali per scambiare i loro prodotti agricoli, il bestiame e il loro artigianato, e acquistare merci di prima necessità secondo le antiche leggi del baratto. Ogni mercato è animato da contadini, mercanti, saltimbanchi, pellegrini ed ha il sapore di una saga di paese, con contrattazioni urlate da imbonitori, giostre che cantano a squarciagola e bambini festosi e vocianti.
E poi c’è Calcutta,la capitale dell’Impero britannico fino al 1911, una città cosmopolita, ricca di culture diverse, dove Madre Teresa fondò la sua missione, e Hyderabad, uno dei luoghi storici più affascinanti dell’India.

PROGRAMMA
Martedì 22 gennaio
Ore 5,00: partenza da Cuneo in Corso Giolitti davanti alla Reale Mutua Assicurazione (altro punto di carico: il distributore Agip a Madonna dell’Olmo – segnalare in Agenzia se si sale qui) per Milano Malpensa.
Ore 10,00: partenza del volo di linea EY 88 per Abu Dhabi con arrivo alle 19,10. Proseguimento alle 21 per Calcutta (Kolkata) sul volo EY 256 con arrivo alle 2,55 del giorno dopo. Pasti a bordo dell’aereo.


Mercoledì 23 gennaio
Ore 2,55: arrivo all’aeroporto di Calcutta. Incontro con la guida e trasferimento in hotel (Peerless Inn 4**** o similare). Sistemazione nelle camere e pernottamento.
Mattinata libera per il riposo. Pranzo e nel pomeriggio inizio visita di Calcutta, una città di grande fascino, in evidente fermento, con un eccellete programma culturale e una fantastica tradizione culinaria.
Calcutta è la capitale del Bengala occidentale e nel 2001 ha cambiato ufficialmente il  nome da Calcutta a Kolkata. Si visitano i luoghi simbolo dell'India Britannica, di cui la città fu capitale fino al 1911. Si inizia da Kalighat, il tempio dedicato alla dea Kali, la consorte di Shiva, venerata qui nel suo aspetto terrifico. Si prosegue con il  Victoria Memorial Hall, costruito in onore delle regina Vittoria; il monumento è un esempio perfetto di architettura indo-coloniale con elementi moghul. Tempo permettendo si visiterà la “pottery colony”, una zona della città dove si producono immagini delle diverse divinità induiste usate durante le cerimonie religiose. In passato, anziché recarsi di persona ad acquistare le immagini, le famiglie erano solite invitare a casa gli artisti che restavano come ospiti per settimane mentre scolpivano immagini e sculture personalizzate. Gli artisti erano soliti cadere in una profonda meditazione, simile ad uno stato di trance, quando si trattava di dipingere il terzo occhio. Oggi nella zona lavorano artisti provetti che da generazione eseguono immagini e sculture in terracotta con grande maestria.
In seguito, visita del Marble Palace, palazzo in stile palladiano costruito nel 1835 per il Raja Rajendra Mullick, un ricco mercante, appassionato collezionista di opere d’arte. Costituisce una delle maggiori attrazioni turistiche della città e rappresenta la residenza meglio conservata e più elegante della Calcutta del XIX secolo. Gli interni sono pieni di stucchi, mobili intarsiati e dipinti con cornici dorate. Molti di questi sono opera di artisti famosi come Murillo e Rubens. Ci sono poi grandi candelieri, orologi, specchi, urne e busti di re e regine. I giardini del palazzo sono adorni di fontane in marmo e grandi uccelliere. Rientro in hotel; cena e pernottamento.

Giovedì 24 gennaio
Continua la visita di Calcutta, partendo dal mercato dei fiori che si tiene quotidianamente a est dell’imponente ponte di Howrah, un’autentica meraviglia architettonica e una delle più celebri strutture di Calcutta. Il suo profilo ha fatto da sfondo a tantissimi films sin dagli anni Cinquanta.  La campata centrale, delimitata da due torri, misura ben 457 metri e fa di questo colosso in acciaio uno dei più lunghi ponti sospesi al mondo. Il ponte di Howrah attraversa il fiume Hooghly. Eretto nel 1942, per la sua costruzione non furono utilizzati bulloni o viti: la struttura, infatti, è tenuta insieme da travi. Ogni giorno, il ponte è percorso da centinaia di migliaia di auto e pedoni, che possono servirsi delle passerelle disponibili su entrambi i lati.
Successivamente, visita del tempio di Dakshineswar, un vasto complesso induista affacciato sull’acqua che, ogni anno, attira milioni di pellegrini da tutto il mondo. Il sito fu fondato a metà del XIX secolo dal filantropo Rani Rashmoni. Al suo interno, si può visitare il tempio di Kali, caratterizzato da nove pinnacoli, che sorge al centro del cortile principale ed è dedicato alla Divina Madre.
I magnifici esterni sono però eclissati dalla splendida statua della dea. La figura in basalto è ricoperta di broccato dorato e si erge su una statua in marmo bianco di Shiva (una delle principali figure della religione induista) prostrato. Entrambi si trovano su un fiore di loto in argento con mille petali.
Si rientra in citta’ e soste all’Alta Corte, all’Ufficio Postale,  al Municipio. Alla fine la casa di Madre Teresa, luogo di pace e spiritualità, e l’orfanotrofio da lei fondato. Sarà un momento di intensa commozione.
Al termine rientro in hotel e pernottamento.

Venerdì 25 gennaio
Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto e imbarco per Bhubaneswar, capitale dello Stato dell’Orissa, importantissimo centro religioso con in passato oltre 7000 templi.  Oggi ne restano meno di cento, di cui  alcuni sono tra i più belli dell’India.
Si visiteranno:  il tempio Rajarani (XI sec.), ornato da eleganti sculture di ninfe e coppie che si abbracciano; il Parsurameswar (VII sec.), tra i più antichi templi della zona; il Mukteswar (X sec.), uno dei più riccamente decorati della città, che presenta dettagli buddisti, hindu e jaina; il Brahmeswar (XI sec.), dalle sculture particolarmente dettagliate con motivi decorativi a sfondo erotico; e infine il gigantesco Lingaraj (solo gli indu possono entrare, del XI sec.), uno dei complessi sacri piú imponenti di tutto il subcontinente e tuttora assai venerato.
Nelle vicinanze della città esistono poi importanti testimonianze dell'antichità del luogo. Ad Udayagiri e Khandagiri,  su due colline che si elevano solitarie nel mezzo della pianura, si trovano numerose grotte buddhiste e jaine scavate nella roccia e decorate con bassorilievi di pregio.
Alla fine, se il tempo lo permetterà, visita del museo dell’Arte Tribale. Al termine trasferimento in hotel (Mayfair Lagoon 5***** o similare); cena e pernottamento
 
Sabato 26 gennaio
Partenza per Puri. Lungo il percorso sosta a Dhauli, dove nel 260 a.C. venne scolpito uno dei famosi editti dell’imperatore Asoka. Qui si trova anche lo Shanti Stupa, lo “stupa della pace” fatto costruire nel 1972 da monaci giapponesi.
La seconda sosta sara’ prevista al villaggio Raghurajpur, dove è stato istituito un vero e proprio Villaggio degli Artisti, che dipingono scene mitologiche relative all'epica  Ramayana o al Mahabaratha, con Jagannath sempre protagonista. Tradizionalmente si utilizano solo i cinque colori primari, derivati da tinte naturali. Queste icone vengono anche dipinte su foglie di palma, e oggi l' antica tradizione ha grande sbocco sul mercato internazionale.  Le classiche icone vengono dipinte su seta e in formati molto più grandi, rispetto alle tipiche immagini richieste dai pellegrini.
Continuazione del viaggio e sosta a Pipli, dove si realizzano patchwork di stoffa. Proseguimento per Puri, uno dei centri di pellegrinaggio hindu più importanti del subcontinente indiano. La vita religiosa di Puri ruota attorno all’imponente tempio dedicato a Jagannath (aperto solo agli Indù), il “Signore del mondo”, una forma di Krishna, manifestazione di Vishnu. Il tempio, che risale al XII sec., si vede dalla terrazza di un palazzo. La strada che porta al tempio è un vivace mercato pieno di bancarelle che vendono oggetti votivi, dipinti e statue in legno delle divinità.
In serata sistemazione all’hotel Mayfair Heritage 4**** ; cena e pernottamento

Domenica 27 gennaio
Partenza per Konark per visitare il tempio del Dio Sole, una delle meraviglie dell'arte religiosa induista e patrimonio mondiale UNESCO. Il tempio, edificato dalla dinastia Ganga (XIII sec.), è uno dei massimi esempi mondiali di architettura sacra. Consacrato al Dio Sole, rappresenta il carro celeste trainato da sette cavalli e mosso da ventiquattro ruote in pietra finemente cesellate e di gigantesche dimensioni. Le statue del dio, che guida il suo carro per portare la luce e la vita, furono sistemate in modo da ricevere i raggi del sole all'alba, a mezzogiorno e al tramonto; i bassorilievi esaltano il viaggio divino con motivi allegorici della vita terrestre: musicisti, donne, bambini, coppie in effusioni erotiche, uccelli e fiori.
Vicino c’è un interessante villaggio di pescatori
Si prosegue per Gopalpur. Lungo il percorso visita del Manglajodi (o lago Chilka), una laguna salmastra, poco profonda, separata dal Golfo del Bengala da una  striscia di sabbia. Si effettuerà un giro in barca sul lago. 
Arrivo a Gopalpur. Sistemazione presso l’hotel Mayfair Palm Beach Resort 4****sup (o similare). Cena e pernottamento.

Lunedì 28 gennaio
Intera giornata dedicate al percorso tra le montagne, in mezzo ai villaggi tribali. Si avrà  la possibilità di interagire con le persone e osservare da vicino la vita quotidiana nei villaggi e nei campi Molto interessante sarà la visita dei mercati setteminali. Si parte per Baliguda, posta in una regione affascinante. All’arrivo visita del caratteristico villaggio di Pusangiya. Si prosegue poi per il villaggio di Kutia Kondh. Rientro a Baliguda e sistemazione presso l’hotel Bivab Hotel 2**, molto semplice (non ci sono altre disponibilità alberghiere). Cena e pernottamento.

Martedì 29 gennaio
Continua il percorso tra le montagne dell’Orissa. Prima tappa il villaggio di Kotgarh, con il suo coloratissimo mercato. Quindi Desia Kondh, uno dei villaggi più caratteristici di tutta la zona. In serata arrivo a Rayagada, capoluogo del distretto. Sistemazione presso l’hotel Sai International 2** (o similare, molto semplice). Cena e pernottamento.

Mercoledì 30 gennaio
Si continua l’esplorazione dell’area tribale con l’escursione al colorato mercato di Chatikona, frequentato dai Dongria Kondh, una delle tribù più primitive del gruppo Kondh che vive sulle pendici delle colline Niyamagiri. Successivamente partenza alla volta di Jeypore, posta al centro di fitte foreste e ricca di cascate.  Sosta al villaggio di Malli. Sistemazione presso l’hotel  Hello Jeypore 2***, molto semplice. Cena e pernottamento.

Giovedì 31 gennaio
Al mattino escursione ad Onkadelli, zona di lussureggiante vegetazione tropicale, ricca di cascate, foreste e fiumi,  dove vivono i gruppi tribali più interessanti dell'Orissa: appartengono primariamente al ceppo austro-asiatico dei Munda e le tribù principali, i cui membri si incontrano facilmente nei mercati e nei villaggi dell'area, sono quelle dei Gadaba e dei Bonda . E’ un’opportunità unica per incontrare queste tribù che hanno maggiormente mantenuto le loro tradizioni da secoli e che sono a forte rischio di estinzione. Al termine delle visite rientro in hotel a Jeypore. Cena e pernottamento.

Venerdì 1 febbario
Partenza per visitare il mercato di Kunduli, il più grande mercato della zona tribale, frequentato dalle tribù Paroja e Saura. Al termine delle visite partenza per Vishakapatnam. All’arrivo trasferimento in aeroporto e partenza per  Hyderabad, capitale dell’Andhra Pradesh. Sistemazione presso l’hotel Radisson Blu Plaza 5***** (o similare). Cena e pernottamento.
 
Sabato 2 febbraio
Hyderabad è stata l’ultima roccaforte del regno musulmano dei Nababbi. Oggi è la nuova frontiera dell’ Hi Tech. Hyderabad, con la gemella Secunderbad dalla quale è divisa dal fiume Musi, è situata in posizione strategica, tra le bizzarre forme che le colline granitiche danno all'orizzonte, ed è considerata l' anello di congiunzione tra i quattro punti cardinali del Paese. Ha un aspetto prevalentemente musulmano, con una moschea del 1600 che può ospitare fino a 10.000 fedeli, tombe-mausoleo della dinastia Qutb Shahi ed altri monumenti dell'epoca.
I bastioni del possente forte di Golconda fanno da sfondo sulle colline che affiancano la città. Questa cittadella fortificata, ricca di palazzi e templi abitati da miriadi di pipistrelli, è meta privilegiata delle gite del fine settimana. Fu il cuore dell'antica capitale della dinastia Qutb Shahi, ma le sue origini risalgono al XII secolo.
Il centro antico di Hyderabad ruota intorno al possente Charminar, un arco di trionfo con 4 minareti. Interessante il bazaar, dove le  donne velate mercanteggiano tra le botteghe animatissime. Il più interessante è il Lad bazaar, il mercato dei braccialetti. In nessun altro luogo forse si può vedere tanta bigiotteria.
Al termine delle visite, trasferimento in areoporto.
Ore 21,30: partenza con il volo EY 277 per Abu Dhabi con arrive alle 0,10.

Domenica 3 febbraio
Ore 2,55: partenza da Abu Dhabi  e arrivo a Milano-Malpensa alle 7,00. Arrivo a Cuneo interno alle 11,00.

CONTRIBUTO DI PARTECIPAZIONE: €  2.390,00
Supplemento camera singola:  € 600,00
La quota è stata calcolata su un numero minimo di partecipanti di 15 e con un cambio euro/dollaro pari a 1,18
La quota comprende: tutti i trasporti (in Orissa con mini van da 12 posti per 7/8 persone ognuno; a Calcutta e Hyderabad con pullman da 35 posti); il giro in battello sul lago Chilka; le sistemazioni alberghiere (gli hotel nelle zone tribali sono molto semplici; gli altri sono normali alberghi a 4/5 stelle); trattamento di pensione completa dal pranzo del giorno 23 al pranzo del 2 febbraio (nelle zone tribali due pranzi di mezzogiorno saranno a pic-nic con cestino preparato dall’albergo); la guida parlante italiano per tutto il percorso, gli ingressi in programma, l’assicurazione medico-bagaglio.
Non sono compresi: le bevande ai pasti, le mance, gli extra personali, il visto di ingresso in India (€ 80,00 ) e le tasse aeroportuali (indicativamente  € 500,00).
Occorre il passaporto con validità fino a settembre 2019.
Il viaggio non presenta difficoltà, ma richiede spirito di adattamento. In gennaio si ha un clima secco con temperature piacevoli (massimo 24-26°C). Le notti sono fresche (12-15 °C).
Non è richiesta nessuna vaccinazione. Si consiglia comunque di sentire il proprio medico personale. Non c’è rischio di malaria.

Le iscrizioni si ricevono presso la sede secondaria di via Carlo Emanuele 43, a partire dal pomeriggio di venerdì 12 ottobre, versando un acconto di € 500,00 . Il saldo andrà effettuato entro il 29 dicembre.
E’ possibile stipulare l’assicurazione per l’annullamento del viaggio al prezzo di € 90,00 per le camere doppie, 138,00 per le camere singole .



VIAGGI IN PROGRAMMAZIONE
11-20 maggio: Montenegro e Albania
Dal lago di Scutari, alle montagne del Montenegro, al golfo di Cattaro.
Si scende verso sud: Durazzo, Apollonia, Valona fino alle incantevoli zone al confine con la Grecia, ricche di resti romani.
Si prosegue verso l’interno con Girocastro, per finire in Macedonia nella splendida cornice di Ohrid e del suo lago.

In autunno si prevede un viaggio a Caserta e Napoli


REGOLE E CONDIZIONI GENERALI RIGUARDANTI LA PARTECIPAZIONE AI VIAGGI
A) PRENOTAZIONE DEI VIAGGI ED ORDINE DI ASSEGNAZIONE DEI POSTI SUI PULMANN
Primo giorno di prenotazione: in tale giorno potranno essere effettuate le prenotazioni, rispettando la coda, sia da parte dei diretti interessati, sia da parte di persona incaricata. Ogni persona, fisicamente presente presso la sede secondaria, potrà prenotare, come massimo, due posti. I posti potranno essere più di due se i Soci per cui si prenota fanno parte dello stesso nucleo familiare anagraficamente convivente. I posti sul pullman verranno assegnati in base all’ordine di iscrizione. Chi non è socio della Pro Natura verrà inserito in elenco solo al termine del primo giorno di iscrizione, se ci sarà disponibilità di posti, dopo aver effettuato la regolare iscrizione all’associazione.
Giorni successivi: salvo l’ipotesi che vi siano da rispettare improbabili code, non sono stabilite limitazioni al numero delle prenotazioni da effettuare.
Si ricorda che le prenotazioni, riservate esclusivamente ai Soci Pro Natura, verranno accettate solo dietro contestuale versamento dell’acconto pro capite previsto dalla circolare di presentazione del viaggio.
Esauriti i posti disponibili, potranno essere accettate prenotazioni in “lista di attesa” senza versamento di acconti.

B) ABBINAMENTI
Gli abbinamenti per la condivisione delle camere nei viaggi di più giorni vanno cercati dal diretto interessato. L’agenzia può proporre eventuali abbinamenti, ma non è tenuta a farlo. Chi non ha abbinamento, verrà sistemato in camera singola con l’aggiunta della relativa quota.

B) RINUNCE
La partecipazione ai viaggi è soggetta alle condizioni generali di vendita dei pacchetti turistici che prevedono le seguenti penali sulla quota di partecipazione in caso di rinuncia :
 10% sino a 30 giorni di calendario prima della partenza
 30% da 29 a 18 giorni di calendario prima della partenza
 50% da 17 a 10 giorni di calendario prima della partenza
 75% da 9 a 3 giorni di calendario prima della partenza
 100% oltre l’ultimo termine di cui sopra
Si ricorda che all’atto della prenotazione del viaggio è possibile, per chi lo desidera, stipulare una assicurazione che copre i rischi di rinuncia.
Qualora chi rinuncia non abbia effettuato l’assicurazione specifica, in caso di sostituzione, l’Agenzia tratterà comunque una quota minima per il rimborso spese

C) INFORTUNI OCCORSI AI PARTECIPANTI AI VIAGGI
Si ricorda che l’assicurazione non risponde quando l’infortunio è da attribuirsi a responsabilità del partecipante per comportamento non corretto, come, a veicolo fermo con porte aperte, durante la salita e discesa dal pullman e sistemazione dei bagagli, o, con veicolo in marcia, se i passeggeri non sono correttamente seduti sulle poltroncine. E’ opportuno ricordare che lo spostarsi o il restare in piedi per conversare con amici e parenti costituisce un rischio che ciascuno dei partecipanti assume personalmente.








APPUNTAMENTI 

FESTA DELL’ACQUA A GAIOLA
L'8a edizione della Primavera dell'Acqua con  passeggiata nei boschi, pranzo e momenti di incontro e riflessione si terrà domenica 10 giugno a Gaiola.

MURALES A GAIOLA 
L’ambizioso progetto di installare sulle facciate delle case di Gaiola dei murales con la raffigurazione delle costellazioni è giunto alla fine. Gli allievi del Liceo Artistico di Cuneo, guidati dal prof. Giuseppe Formisano, hanno completato il lavoro e, in questi giorni, i pannelli vengono affissi alle facciate delle case lungo la via principale.
Lo scopo, legato ai festeggiamenti per i 50 anni di Pro Natura Cuneo, è quello di ricordare i gravi problemi dell’inquinamento luminoso che ci impedisce di vedere il cielo stellato, uno degli spettacoli più affascinanti della natura.
Comunicheremo prossimamente la data dell’inaugurazione.

PLANETARIO A CERIALDO DI CUNEO 
Nelle ex scuole elementari della frazione  Cerialdo di Cuneo è stato sistemato un planetario per consentire di descrivere il cielo stellato. Il Planetario, proprietà della Regione Piemonte, sarà gestito dal Liceo di Cuneo con la collaborazione della Pro Natura e del gruppo Astrofili Bisalta.
L’inaugurazione si terrà nel pomeriggio di martedì 5 giugno.

MOSTRA "IN TRICEA SBOCCIAVANO I FIORI "
In occasione dei cento anni dalla conclusione della Prima Guerra Mondiale, per ricordare l’inutile carneficina e i gravissimi danni ambientali che tutte le guerre determinano, riproponiamo la mostra sui bossoli incisi dai soldati, in trincea, nelle pause tra un combattimento e l’altro. La mostra si terrà a palazzo Samone di Cuneo dal 31 agosto al 30 settembre. La collezione di bossoli, con incisi soprattutto fiori e animali, si è ulteriormente arricchita in questi anni. Oltre ai bossoli, in mostra saranno esposti oggetti e documenti relativi alla Grande Guerra.